🚚 Spedizione GRATIS da €79,99 e pagamento alla consegna ACQUISTA ORA
Il tuo carrello

Friggere i peperoni cruschi

Se sei un lucano doc questa sezione non è per te, ma una rinfrescata fa sempre bene!
Iniziamo pulendo accuratamente i peperoni cruschi, tagliando il pistillo (se presente) ed eliminando i semi contenuti al loro interno con l'aiuto delle forbici da cucina. E' importante non utilizzare acqua, anche se dovesse esserci un po' di muffa (in questo caso usa un panno umido).
In una padella versa un po' di olio di semi (di arachidi o di girasole) e fanne aumentare la temperatura. Si sa, a casa non tutti abbiamo un termometro da cucina, quindi per verificare se la temperatura è quella adeguata, basta rompere un pezzettino di peperone crusco e immergerlo nell'olio. La sua reazione ci farà capire se l'olio è pronto o deve essere più caldo, poiché il pezzo di peperone crusco si friggerà oppure rimarrà intatto. Una volta raggiunta la temperatura ottimale, con l'aiuto di una pinza prendi i peperoni cruschi uno alla volta e, facendo attenzione, affondali nell'olio bollente e 1,2,3 toglili! Sono pronti! Altrimenti rischi di bruciarli! Sicuramente non ti sembreranno cruschi, ma lasciali in una teglia con un po' di carta assorbente sotto per qualche minuto e sentirai tutta la loro croccantezza!
A piacimento, puoi aggiungere un pizzico di sale o di zucchero!
Un suggerimento: se vuoi mantenerli croccanti anche per alcuni giorni, non lasciarli incustoditi privi di protezione, bensì utilizza un contenitore con chiusura ermetica! Sentirai il loro sapore nel tempo!